Amazon: quant’è la distanza tra on e off line?

Ad oggi, gli AmazonGo (gli store fisici di Amazon) sono 3 nel mondo: Chicago, San Francisco e Seattle. E proprio grazie a questi tre negozi, il colosso starebbe migliorando il proprio software per garantire agli utenti un’esperienza unica ed inimitabile.

I negozi senza cassa del colosso dell’eCommerce utilizzano telecamere e software per rilevare gli articoli che i clienti mettono nel carrello e li addebitano direttamente sul loro account, consentendo di cambiare idea o lasciare tutto fino al check-out.

Per il 2021, infatti, si prevede l’apertura di circa 21.000 AmazonGo sparsi per il mondo.
I negozi senza cassiere, quindi, staranno per approdare anche in Italia.

La criticità evidenziata fino ad oggi, riguarda la dimensione dei negozi. Quelli già esistenti, infatti, hanno una metratura che si avvicina ai nostri vecchi minimarket. Amazon, invece, vorrebbe competere con i grandi magazzini. Con questo obiettivo, quindi, sta affinando la propria tecnologia di videosorveglianza.

Sembra che la prossima apertura di un AmazonGo sia prevista a Seattle entro il 2019.

Nel frattempo, nell’online la crescita di Amazon continua a non avere limiti.

Qual è, dunque, il confine tra l’online o l’offline? O meglio, esiste ancora un confine?